Valentina Riletti

Ho appena compiuto 44 anni, sono nata a Milano e sono fiera di aver scelto Como già dal 2005 per lasciare la grande città verso una dimensione più piccola ma immensamente più bella e vivibile.
In questi 7 anni, ho potuto constatare che i cittadini sono poco coinvolti nelle gestione della “res publica” e le decisioni importanti sulle gestione del territorio vengono fatte alle loro inconsapevoli spalle, con esiti poco gratificanti per la vista e per le borse di tutti noi.
I soldi del parcheggio Val Mulini e del Muro abbattuto potevano servire a servizi più essenziali per i comaschi non credete ?

E’ necessaria una maggior consapevolezza dei diritti del cittadino nei confronti della Pubblica amministrazione che dovrebbe lavorare per noi, poiché pagata dalle nostre tasse, in totale trasparenza amministrativa e finanziaria. Questo requisito essenziale per una reciproca fiducia, non viene quasi mai rispettato, dunque è ora di un cambiamento totale e di una vera bonifica affinché la gestione dell’invidiabile patrimonio turistico, naturale e culturale comasco sia in mano a dei cittadini e non a loschi interessi mal nascosti – Vedasi Vicenda dello scandalo sulla ristrutturazione del Lido di Menaggio.

Trovo inoltre ingiusto e degradante che questi interessi siano orientati sempre a favorire un turismo d’elite quando la maggior parte degli esercizi commerciali sopravvive grazie al turismo di massa e senza questo potrebbe anche sparire. Niente si fa per agevolare le tariffe delle gite a lago per le famiglie, niente per favorire una fruizione migliore del lago garantendo un lido gratuito nelle zone più pulite.
Anzi viene cancellato l’unico lido esistente in Cernobbio perché fastidioso per l’utenza di Villa D’este e sembrerebbe che nei nascosti progetti della P.A. ci sia la cancellazione del galoppatoio di Villa Erba per far posto ad un porto per un centinaio di natanti veloci, che inquinerebbero e renderebbero più caotico il nostro bel Lago. Un concorso di idee per sfruttare meglio quell’area importantissima che è Villa Erba con gli spazi annessi è stato fatto ? sicuramente no, poiché la priorità è far fare soldi ai soliti noti, sfruttando il territorio e le risorse di tutti in malo modo. Aderiamo a tutti all’iniziativa dei cernobbiesi http://villaerba.blogspot.it/p/il-comitato.html.

SVEGLIATEVI COMASCHI e riprendete in mano la vostra eredità più grande, un territorio ricco di risorse da usare in modo accurato e rispettoso, perché resistano al tempo e alle cattive intenzioni.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*



*