Stato e cittadino – Democrazia Partecipata

  • Taglio ai costi della politica con destinazione dei gettoni di presenza di consiglieri e commissioni a fini sociali.
  • Obbligo del tempo pieno della carica di sindaco con divieto di altra attività per tutta la durata del mandato.
  • Referendum deliberativo e abrogativo, audizione popolare per promuovere la partecipazione dei cittadini alla vita politica del Comune.
  • Proposta di modifica al regolamento comunale per quanto riguarda i referendum. In particolare, obbligo di informativa a tutti i cittadini, eliminazione del quorum, minimo delle firme propositive 2%, accorpamento, limitazioni solo su argomenti vietati dalla Costituzione, referendum anche propositivi, commissione tecnica nominata dai cittadini.
  • Consultazione obbligatoria dei cittadini per l’approvazione di opere pubbliche di rilevanza economica e/o ambientale.
  • Circoscrizioni come luoghi fisici, dove i cittadini possono riunirsi per discutere ed essere informati sulle problematiche locali e sulla democrazia partecipata, potendo esprimere proposte all’ Amministrazione comunale e segnalare eventuali disservizi.
  • Nomina con voto della cittadinanza degli amministratori delle società pubbliche e partecipate.
  • Pubblicazione obbligatoria sul sito comunale degli stipendi degli amministratori pubblici e loro dichiarazione dei redditi.
  • Obbligo di pubblicazione on-line, con anticipo di 30 giorni con esposizione degli argomenti all’ordine del giorno del Consiglio comunale e delle Commissioni con relativa documentazione.
  • Agenda on line degli impegni istituzionali di tutti i Consiglieri comunali ed Amministratori di Enti Pubblici e Società partecipate.
  • Nomina del difensore civico mediante elezione da parte dei cittadini.
  • Obbligo di pubblicazione del bilancio preventivo e consuntivo sul sito del comune.
  • Obbligo di pubblicazione di tutti gli atti amministrativi del comune sul web, entro 8 giorni dalla loro approvazione.
  • Canale tematico del comune (TV, web, radio, lettera) per far conoscere le attività comunali.
  • Applicazione rigorosa delle norme antiriciclaggio, con massima trasparenza nell’affidamento delle opere pubbliche per evitare infiltrazioni della criminalità organizzata.
  • Apertura di un ufficio pubblico (help desk) a disposizione dei cittadini al fine di supportare le persone, per orientarsi nelle pratiche Legali, Tributarie e Amministrative (tasse, pensioni, abusi delle amministrazioni etc..).

Scrivi un commento