Bolle d’aria Voltiane…

 

Spero davvero che la notizia dei commenti istituzionali sul crollo del soffitto al Tempio Voltiano sia più che altro frutto della fantasia del giornalista, che diciamo così, ha un tantino alterato le dichiarazioni originali…. perché se così non fosse…

Vedete amici miei, non è che mi diverta a rilevare, la palese inadeguatezza di chi ci governa (Stato, Regione, Comune che sia) rispetto ai compiti che sarebbero tenuti a svolgere, il fatto è che purtroppo, di questa inadeguatezza molti di loro ne danno quotidiana prova.

La ristrutturazione del Tempio Voltiano è durata nove anni, terminata nel 2009 è costata più di 770 mila euro.
Chi l’ha eseguita? La stampa non ce lo dice. Chi l’ha coordinata? Perché è durata tanto? Chi ne ha la responsabilità? Non si sa!

Però ci fanno sapere che per il Sindaco Lucini: “Il crollo non era prevedibile” e che “E’ stato usato un intonaco troppo elastico…”
Per il dirigente dell’ufficio tecnico del Comune Ingegner Antonio Ferro Viola: “Potrebbe essere stata una bolla d’aria”…

Resta il crollo, un piano inaccessibile in piena stagione turistica, i computer fuori uso, il proiettore fuori uso, l’orologio di Volta che non c’è più e mai più tornerà… ma “forse non si poteva evitare”, forse “è per colpa di una bolla d’aria”. Forse…

Sapete perché il M5S sta sullo stomaco a molta gente? Principalmente è perché hanno capito che con noi le chiacchiere stanno a zero e che chi si assume un incarico assieme agli onori si assume anche tutti gli oneri…

Ci servono fatti non opinioni, onestà e competenza.

Chi pagherà per “l’intonaco troppo elastico”? oppure per “la bolla d’aria”? A questa domanda vorremmo che la risposta fosse “I responsabili”.

E… e a volte un bel “No comment” dei nostri amministratori davanti alla stampa sarebbe molto meglio che fabbricare bolle d’aria.

Pace e bene
fulvio valsecchi

I commenti sono bloccati.