Chi ha rubato la marmellata?

Il quotidiano La Provincia titola che:

“Il furto in Comune (è stato commesso) per procurarsi la droga”

e prosegue con:

“Il raid non ha nulla a che vedere con lo scandalo delle paratie”

Strana conclusione, sopratutto perché è enunciata in termini così categorici mentre apprendiamo dallo stesso giornale che:

Resta da capire, a questo punto, l’identità del ladro – o dei ladri – che ha fatto irruzione negli uffici comunali la notte tra martedì 9 e mercoledì 10 giugno. Pare certo, in ogni caso, che il furto sia legato a motivi di droga. Non a caso Fatnassi è accusato anche di spaccio di sostanze stupefacenti: avrebbe pagato la refurtiva con cocaina o eroina.

E dunque non è nota (o resa pubblica) l’identità del ladro (nemmeno si sa se non siano stati dei ladri al plurale)… da dove deriva allora tanta certezza nell’escludere che il reato commesso non abbia attinenza con l’indagine in corso in quei giorni da parte dell’Autorità Anticorruzione?

Le risultanze di una inchiesta sono tali quando vengono pubblicate dall’autorità che svolge le indagini… se le indagini sono ancora in corso da dove proviene la certezza del perché e del percome il reato è stato commesso?

Ho già avuto modo di segnalare le sedicenti qualità medianiche de La Provincia che spesso si lancia in conclusioni prive di basi certe.

Questa volta purtroppo anche il più propenso a dar credito alla buona fede del giornale ma che abbia almeno un’infarinatura letteraria di indagini poliziesche non riesce ad astenersi dal pensar male.

Un articolo come quello pubblicato (e ripetuto) da La Provincia può al più essere categorizzato come magia apotropaica: un rituale teso ad allontanare il male (e i malpensanti) da Palazzo Cernezzi.

Mi auguro che il furto in Comune abbia avuto solo moventi di bassa criminalità e che i motivi siano proprio quelli ipotizzati dal quotidiano locale ma, io prima di sparar titoloni del genere ci penserei su ben bene!

Intanto l’affaire paratie si fa ogni giorno sempre più denso di misteri come quello che i famosi “fondi Valtellina” sarebbero stati erogati ben prima che si progettasse il cantiere infinito col quale abbiamo a che fare…

Ma se sono stati erogati prima chi e per cosa li ha erogati?

State collegati: a settembre ripartono i lavori del Consiglio Comunale e noi presenteremo una nostra proposta seria e dettagliata per venir fuori dal pantano… altri gruppi presenteranno le  loro e poi vedremo…

La nostra posizione è quella dell’abbandono definitivo del progetto paratie e la risistemazione del lungolago con il minor sperpero possibile di denari, e dunque senza più voli pindarici di progettisti di grandi opere e archistar-

Il modello da seguire per noi è quello realizzato a Lugano, ma anche quello di Lecco non è male: per intenderci; una bella passeggiata con servizi, pratica e fruibile da tutti e sopratutto semplice, che la bellezza di un lungolago storico non sta nelle fantasie di creativi stravaganti ma semplicemente nel suo essere un luogo di incontro in uno spazio incantevole!

Il resto è materia interessante di studio per gli storici dei pasticciacci brutti all’italiana.

Godetevi la fine dell’estate, con l’autunno si ricomincia a lavorare sul serio e ogni contributo vostro è gradito.

Fulvio

 

3 Comments on Chi ha rubato la marmellata?

  1. Chi sicuramente le Bahamas non le vedrà mai sono io che mi danno la vita in questa città dove le chiacchiere la fanno da padrone ma i fatti latitano.
    Serietà: solo questo mi attendo da un’informazione a mezzo stampa.
    Non pretendo ne che la pensino come me, ne che vogliano le cose che voglio io, ne che siano dei genii della tastiera… ma che siano sei si!!!

  2. Il senso di certi articoli, a parte farci il titolone a scatola, stà nel rassicurare il popolo dei lettori che “tutto va ben Madama la Marchesa”.
    Se poi si traggono conclusioni da premesse incomplete e magari anche false non importa: La Provincia non fa logica ne matematica, non fa giornalismo nel senso di un Travaglio o di un Gomez e sopratutto non lascia mai soli gli amici(!!!). Fa solo il suo lavoro che è quello di riempire la carta di parole… quali parole? Ma cosa importa?! Mica stanno facendo informazione!!!
    Sono cattivo? Forse!
    Sono ingiusto? Io non lo penso affatto.

  3. Caro Moretti, sono l’autore del post. Sa che non ho capito il suo commento? Mi saprebbe meglio dire la sua opinione?
    Cordialmente Fulvio Valsecchi.

I commenti sono bloccati.