Como onora un grande fisico

Como ha dato i natali a grandi fisici ma di solito tende a ricordare e celebrare solo l’universalmente noto Alessandro Volta che, tra le altre fortune, ha avuto quella di essere un pioniere in un’epoca in cui la scienza in cui ha eccelso era un’attività per pochissimi iniziati. Vorremmo qui ricordare la figura di un altro grande scienziato comasco:

A Piero Caldirola , grande fisico del ‘900, Como ha dedicato la diga foranea che orna il primo bacino di fronte a Piazza Cavour e che ospiterà tra qualche mese il monumento “The Life Electric” dell’architetto Daniel Libeskind per i prossimi cinque anni.

Con una mozione presentata al consiglio comunale da Luca Ceruti ed approvata in data 4 Maggio, Como si appresta ora ad onorare in modo migliore la figura del nostro grande concittadino rendendo il “tondello” della diga a lui dedicata uno spazio espositivo permanente, unico al mondo nel suo genere, per opere d’arte di grandi dimensioni.

Attraverso la mozione denominata “Posizionamento monumento “The Life Electric””, deliberata ed approvata dal consiglio comunale, la giunta si è impegnata:

  • Ad attivarsi in tutto ciò che è necessario per rendere e pretendere che la scultura “The Life Electric” sia indipendente dalle modifiche permanenti che verranno apportate al tondello stesso.
  • A verificare che l’eventuale rimozione della scultura non comporti costi aggiuntivi di riparazione del tondello dovuti a collegamenti progettuali che non considerino l’installazione della scultura di tipo temporaneo.

In questo modo i lavori di modifica in corso sul tondello della diga foranea, non saranno esclusivamente dedicati all’istallazione dell’opera del Libeskind, ma avranno un valore più generale di opera pubblica tesa a rendere lo spazio disponibile per accogliere in futuro altre istallazioni artistiche.

Questo svincola le attuali modifiche dalla sola finalità di esporre l’opera “The Life Electric” e ne amplia di fatto l’interesse per la città di Como che, al termine della concessione data ad “Amici di Como”, potrà disporre liberamente e senza costi aggiuntivi (che non siano quelli di rimozione e di posizionamento di ulteriori opere), di uno spazio espositivo unico e valorizzante per la città.

Siamo fieri di aver contribuito con questa mozione ad onorare maggiormente il nome di Piero Caldirola nostro grande concittadino.

Nei prossimi mesi verificheremo il rispetto dell’impegno preso dalla giunta comunale in merito a ciò scritto sopra.

Questa notizia non è presente in nessun altro canale di informazione cittadina: parlare di ciò che il M5S concretamente fa non è evidentemente ritenuto utile dai giornalisti.

Per favore datene diffusione.