Coperta corta e piedi scalzi

http://www.como5stelle.com/marcia-delle-donne-e-degli-uomini-scalzi-perche-aderiamo/

Il Movimento Cinque Stelle di Como ha aderito alla “Marcia delle donne e degli uomini scalzi” di venerdì sera a Como.

La partecipazione è stata anticipata da un comunicato ufficiale in cui si spiegavano le ragioni della partecipazione, l’assenza di qualsiasi contrasto con le posizioni espresse sull’argomento dal fondatore Beppe Grillo e le soluzioni proposte con mozioni in Consiglio Comunale dal M5S di Como per tentare di rendere più agevole il percorso di integrazione dei migranti presenti sul nostro territorio.

Della partecipazione del consigliere Luca Ceruti (e di altri attivisti) alla marcia non troverete notizia sulla stampa locale.

Il Movimento Cinque Stelle non essendo organico alle classificazioni classiche della politica italiana spaventa e inquieta: meglio non parlarne!

Meglio lasciare le cose come stanno: la destra faccia la destra e la sinistra faccia la sinistra… così è tutto più semplice e non si confonde il lettore.

Le cose devono essere elementari… altrimenti c’è il rischio di mettersi a pensare…

… pensare che si possano edificare davvero uno o più movimenti politici basati sulla democrazia diretta “dal basso”, privi di capipopolo e di leaders più o meno carismatici, dove le decisioni vengano condivise e dove le qualità più apprezzate siano l’onestà e la concretezza…

Utopia? No:

Il Movimento Cinque Stelle è un modello nuovo di questo paradigma politico che vorrebbe andare oltre gli schemi consunti del XX° secolo.

Il M5S è maledettamente giovane e troppa gente, con la fretta di categorizzarlo con gli schemi che possiede, lo inquadra all’interno di modelli che col Movimento non centrano assolutamente nulla…

Questi vecchi modelli però sono “facili” (destra, sinistra) , ben rodati (hanno secoli) e spesso, per chi altro non ha conosciuto altro, necessari!

E per qualcuno di quelli che comandano sono addirittura del tutto necessari:

Come si potrebbe difendere eternamente lo status quo se diventasse sentimento comune il fatto che “cambiare si può, anzi si deve !” ???

Come era calda e comoda la copertina del “tutti uguali, tutti ladri” e altre riposanti scemenze…

ma la coperta che copriva la pigrizia intellettuale di troppi italiani oramai è stinta, lacera e…  corta…

anzi oramai cortissima… tra poco non sarà più che uno straccetto… e l’inverno maledettamente vicino !!!

Non aspettatevi che i grandi media vadano in giro a spiegare alla gente cosa davvero è il Movimento Cinque Stelle… dobbiamo farlo noi!

 

 

 

I commenti sono bloccati.