Festa Nazionale

Nove ordinanze cautelari, chieste dal pm napoletano Henry John Woodcock hanno colpito i vertici della Cpl Concordia, la cooperativa rossa modenese del settore energia e gas. Tra le accuse, associazione per delinquere, abuso d’ufficio, corruzione e corruzione internazionale (leggi). L’azienda ha stipulato una convenzione da oltre 300mila euro con l’hotel del sindaco di Ischia, arrestato oggi. Dalle carte spuntano gli stretti legami tra l’ex presidente Ds D’Alema (non indagato) e la coop rossa, che finanziava la Fondazione Italiani Europei (da: Il Fatto Quotidiano del 30 03 2015).

Il 2 Giugno è la Festa Nazionale della Repubblica Italiana.

Ma la “Nuova Repubblica Italiana Sana e Onesta” non è ancora nata

e la data della sua Festa è ancora da fissarsi.

Verrà scelta come data quella del primo giorno in cui NON appariranno inchieste e scandali riguardanti politici, amministratori pubblici, ufficiali e alte cariche dello Stato, appalti pubblici eccetera, eccetera, eccetera…

Non passa più giorno senza uno “scandalo” e la gente a questo appare assuefatta.
I malati si rassegnano alla malattia immaginandola lieve mentre è un cancro maligno.
Tutti fanno spallucce e al massimo invocano il Gabibbo (un pupazzo di pezza!!!).

Eppure la rivoluzione che porterebbe alla definizione della nuova
“Festa della Seconda Repubblica Italiana Sana e Onesta”
è giù iniziata da anni, ma i cittadini italiani sembrano preferire l’accento genovese finto e furbamente manovrato del Gabibbo a quello reale e onesto di Giuseppe Piero Grillo unico fondatore di un Movimento politico italiano che sia rimasto un semplice cittadino e non abbia accampato cadreghe (lombardismo per sedie, nel senso di posti di potere).

Chi è causa del suo male pianga se stesso dicevano i vecchi ed è vero:
Il Movimento Cinque Stelle, unica alternativa al magna magna generalizzato, al malcostume del nepotismo ampiamente tollerato, alla gestione privatistica di ogni cosa (res) pubblica langue.

E langue per un unico motivo: la scarsa partecipazione attiva dei suoi iscritti e simpatizzanti.

Non raccontiamoci favole gente, Beppe Grillo lo ha detto chiaramente in ogni comizio che ha tenuto: o si partecipa o non ha nessun senso mettere il voto sul simbolo del Movimento, mettere like e faccine sorridenti su facebook e su twitter, condividere post e bla, bla, bla…

Tutti noi abbiamo impegni, fastidi, tutti noi abbiamo problemi, molti dei quali ci derivano proprio dalla pessima situazione morale in cui versa la politica italiana.

Credete sia una scusa sufficiente per non fare altro che mettere like e faccine e consolarsi mugugnando?
Allora per favore lasciate che questo splendido sogno di un’Italia onesta si spenga in santa pace e rassegnatevi alla vita dei somari…
Non ci sono alternative all’impegno attivo in tempi come questi.

Ma se proprio, proprio avete una vita troppo incasinata da non poter dedicare nemmeno un’ora del vostro tempo all’anno a far vivere e crescere il Movimento almeno sostenetelo economicamente.

L’auto finanziamento è indispensabile per conservare autonomia e vitalità e… per sperare di poter fissare presto la data della Festa della Seconda Repubblica Italiana.

Nel sito trovate i link per sostenere le attività del Movimento.

Fatelo!

1 Comment on Festa Nazionale

  1. Fulvio // 31 Marzo 2015 a 13:17 //

    Ciao Paolo, non so chi fosse “il barba” ma di sicuro dovrebbe fare autocritica se invece di invitare la gente a restare la allontana!
    Sennò che li facciamo a fare i gazebo?!
    Quello di valorizare tutti i gesti concreti, i piccoli quanto i grandi è un mio obiettivo da sempre, cerco di diffondere questa mentalità nel gruppo e spero di riuscirci. Servono anche progetti sempre nuovi e iniziative anche minime ma carine e simpatiche, che facciano sentire “a casa” tutti quelli che cercano uno spazio dove progettare la società del futuro…
    Grazie mille per il tuo commento!
    A presto!

I commenti sono bloccati.