Fontana di Camerlata 2: I paragnosti

Oggi 26 Maggio 2015

Fontana di Camerlata (cantiere posato ai primi di aprile e in cui i lavori non sono mai iniziati): l’assessore Daniela Gerosa dichiara: “Sono in corso le analisi sui materiali”.

Non le credo, o meglio le crederei se sapessi che Gerosa possiede capacità medianiche e/o soprannaturali.

Non le credo perché nessuno ha mai visto lavorare alla struttura che fa (brutta) mostra di se in Piazza Camerlata.

Ma perché ci dobbiamo subire tutte queste bugie? Abbiamo forse l’anello al naso? Ci bastano forse una manciata di perline per farci contenti e credere che tutto vada per il meglio nel migliore dei governi possibili?

In USA le bugie degli amministratori pubblici costano care, più di un presidente USA ha dovuto dimettersi per aver detto il falso ai cittadini, anche se si trattava di bugie che a noi appaiono puerili. Da noi no: da noi si può dire di tutto… i nostri amministratori dell’America hanno il dono dei supereroi Marvel, possono volare oltre lo spazio e il tempo, hanno immensi superpoteri, hanno la vista a raggi X di Superman che permette inimmaginabili analisi alle strutture in cemento armato senza nemmeno spostarsi dal proprio ufficio! Non è fantastico gente?!

Io personalmente mi ritengo offeso e truffato. Offeso perché sono un bravo tecnico e non sopporto che mi si raccontino favolette buone per la sciura Pina che è bravissima in cucina e col tombolo ma che di malte e cementi non saprebbe dir nulla. E mi ritengo truffato come cittadino, con tutto il diritto di dirlo perché in questi mesi sono passato e ripassato centinaia di volte da piazza Camerlata e MAI, dico MAI ho visto alcuna persona, non dico lavorare, ma nemmeno avvicinarsi alla fontana impacchettata come un’opera di Christo.

Basta per favore apprendere le cose da giornalisti compiacenti che evitano o ammorbidiscono le domande (scomode) che andrebbero fatte: abitiamo una città relativamente piccola e non è difficile farsi da soli un’idea di molte cose che non vanno. Non stiamo a Tokyo dove per sapere cosa accade dall’altra parte della città ci serve la TV. Da noi basta farsi un giro a piedi o in bus per vedere la realtà con i propri occhi, e basta parlare con i residenti delle zone più disgraziate per avere notizie più credibili di quelle apprese dalla stampa.

Civiglio langue con una situazione assurda che vedrà rimediare i disagi dovuti a una piccola frana forse, dico forse, dopo un anno.

Piazza Roma è un buco vuoto in un centro città, privo di qualsiasi funzione, morto al commercio e alle attività sociali.

Viale Giulio Cesare vede la già sua pessima sistemazione viabilistica molto peggiorata dal recente (e costoso) rifacimento delle aiuole.

Lo sapete che potrei continuare per pagine e pagine… lo sapete bene! Sono buono e ve lo risparmio visto che siete buoni e mi leggete!

“Tra un mese la fontana tornerà a splendere” dice Gerosa, tra un mese dunque il 26 Giugno. Staremo a vedere, intanto segnatevi la data.

Io non le credo, ma vorrei, per amore della mia città essere smentito nel mio pessimismo. Chi vivrà vedrà.

Per ora so solo che le “endoscopie” praticate alla fontana, stante le dichiarazioni dei residenti di Camerlata, o sono state eseguite di notte in silenzio, o sono state eseguite con la velocità di Speedy Gonzales, ma comunque sia nessuno si è mai accorto di gente che lavorasse alla fontana, ma forse i residenti di Camerlata (ed io che ci passo spesso) sono solo maledettamente distratti e tra un mese essa risplenderà.

Forse.

 

 

1 Comment on Fontana di Camerlata 2: I paragnosti

  1. Fulvio // 27 maggio 2015 a 09:01 //

    Commentate in questo spazio prima di farlo su Facebook per favore.
    Io non sono siscritto a Facebook e non posso vedere i coomenti.
    Grazie!

I commenti sono bloccati.