La battaglia di San Fermo contro le slot machines

La battaglia contro le ludopatie il comune di San Fermo della Battaglia l’ha presa seriamente.
I locali che decideranno di non installare o rimuovere le slot machines avranno un consistente sconto sulla TARI.

Per esempio un locale che avesse pagato 1000 € l’anno scorso, quest’anno dovrebbe pagarne 1420, ma se rinuncia alle slot machines ne pagherà solo 994.
Lo sconto applicato sulla nuova tariffa è dunque del 30%.

Il Movimento Cinque Stelle aveva proposto, in merito alla discussione sulla tassa di occupazione del suolo pubblico a Como, di applicare (almeno) uno sconto del 5% a quegli esercizi che rifiutavano le slot machines. Lo sconto andava ad annullare il rincaro previsto per il 2015.

Ma mentre a Como si è tutti (a parole) molto pii ed etici e si lotta strenuamente (a parole) contro la nuova malattia sparsa a piene mani da governi sciagurati, ma  poi nei fatti non si fa nulla di incisivo, ne di concreto, a San Fermo della Battaglia la battaglia al gioco d’azzardo la si fa davvero!

E a niente serve piagnucolare che il comune di San Fermo “gode” dei vantaggi economici dovuti alla presenza del nuovo ospedale Sant’Anna sul proprio territorio, e relativi ricavi per i parcheggi.

Se tutto quanto è solo una questione di soldi allora anche l’amministrazione di San Fermo avrebbe potuto spenderseli in opere pubbliche utili solo al conseguimento della rielezione della attuale giunta.
Invece hanno avuto uno scatto etico notevole di cui bisogna dagli merito.

Nella battaglia al gioco d’azzardo San Fermo della Battaglia batte Como 30 a 2 (e mezzo).

Basterà questa batosta morale a risvegliare i nostri amministratori comaschi un maggior senso dell’etica?

Basterà a fargli mettere da parte per un poco le tabelline dei conticini da massaia ottusa?

O continueranno a cullarsi con articoli di giornale involontariamente comici e sottilmente offensivi come quello dove si legge che “Como è più pulita di Avellino e di Vancouver” ?!
Oppure quelli dove si legge: “Alberghi pieni per l’effetto EXPO” !!!

26 05 1883 la provincia

edizione del 1883

Io un pensierino sopra ce lo farei…

1 Comment on La battaglia di San Fermo contro le slot machines

  1. Fulvio // 31 marzo 2015 a 13:12 //

    Non è un “peccato”, dal mio punto di vista è una disgrazia.
    Non penso che san fermo abbia risolto tutto con questa iniziativa ma lameno si tratta di una cosetta concreta, a Como si fanno solo chiacchiere e quel che è peggio chi le fa si sente moooltooo cristiano, di sinistra, etico e tutto quanto!
    Intanto si comincia a parlarne e a fare qualche mossa… le piantine nascono dai semini e a volte diventano alberi secolari!
    Grazie per il tuo commento.

I commenti sono bloccati.