Lo stato dell’arte

Cari amici

Forse “The Light Electric” o come accidenti si chiama (personalmente ne ho la nausea già da ora) è un’opera d’arte dedicata a Volta.Facciamo come fanno i matematici: facciamo finta che sia vero e vediamo cosa ne deriva.

Como ha monumenti dappertutto, alcuni bellissimi, altri meno, alcuni talmente brutti da vergognarsi ma vabbé…
Come dice giustamente Giuliano Collina c’è posto per tutto, anche se tutti i posti non vanno bene per tutto dico io…

Volta Alessandro Giuseppe Antonio Anastasio è giustamente celebrato dalla città di Como.
Meno lo sono Plinio il Vecchio, Bernardino Luini, Benedetto Odescalchi (in arte Papa Innocenzo XI°) e molti altri che citerò in seguito altrove…

Alessandro Volta ha attualmente quattro importanti monumenti a lui e alla sua scienza dedicati, andiamo a vederli:

La statua: Si trova in piazza Volta (e non è molto somigliante ai ritratti dello scienziato ma vebbé), è tradizionale, un po’ trascurata e priva di qualsiasi istallazione che descriva a un (poniamo) cinese digiuno di scienza fisica chi e cosa rappresenti effettivamente… VOTO 5

Il Tempio (detto impropriamente anche Mausoleo) Voltiano: Cade a pezzi e se desiderate qualche cimelio e non avete scrupoli legali di sorta potete prelevarlo senza grande sforzo, non serve essere Danny Ocean per riuscirvi.
La sua ristrutturazione terminata due anni fa era costata centinaia di migliaia di euro…
Nessun responsabile ovvio! Sfortuna dice l’attuale sindaco e il suo responsabile tecnico… solo sfortuna! VOTO 2

Faro Voltiano in località San Maurizio sopra Brunate. Carino, abbastanza inutile, ma almeno funziona.
Anche qui è impossibile sapere alcunché sull’esimio concittadino che ne ha ispirato l’edificazione… VOTO 6,5

Tomba dello scienziato nel cimitero di Camnago (rione di Como): Tempietto in stile neoclassico abbandonato a se stesso.
All’uomo che con la sua scoperta aprì la strada alla sperimentazione sull’elettricità fino a poco tempo fa mancava persino l’illuminazione della tomba. Ma forse qui la colpa è dell’Alessandro stesso che, innaugurando l’era moderna ha reso la morte qualcosa da rimuovere.

Ho sempre provato un senso di persistente disagio visitando anonimi paesini nei quali nacque o visse per un certo tempo un personaggio storico e che su questa pretesa “noblesse” costruiscono tutto il loro richiamo culturale…

Invece di un referendum che nessuno ci permetterà di fare seriamente sull’ennesimo monumento a Volta propongo un test da sottoporre ai nostri concittadini: prendetene uno di quelli che ho citato sopra e verificate cosa ne è rimasto nella memoria al di fuori della toponomastica.

Probabilmente niente visto che si accetta persino per “voltiano” il flusso magnetico di Faraday (che, spiace dirlo ma non era di Como)!

Nota:
Io scrivo per nessuno fuor dei miei amici perché scrivere è un’arte inutile nell’epoca della sua riproducibilità tecnica e mercantile…
Io scrivo per i miei amici perché scrivere è un modo per sentirmeli vicini…
Grazie per aver letto queste parole.

fulvio

About Luca Ceruti (431 Articles)
Ex Consigliere Comunale Comune di Como

I commenti sono bloccati.