Per difendere la grande bellezza

Cari Amici
Presto ci capiterà di dover combattere una battaglia civile dalle proporzioni non indifferenti.Siccome la statale SS 340 Regina è in molti punti stretta e percorsa da camion, pullman e moltissime autoveicoli qualcuno vuole fare una nuova stradona esagerata il cui progetto è già costato 2 Milioni di €uro…Il problema è che in galleria dicono che non si possa fare tutta quanta e quindi….Quindi stanno pensando di spianare un po’ di orti sopra Lenno e paesi confinanti per farcela passare!

Ma se fosse solo per degli orti non ci sarebbe troppo da darsi pensiero: è che quegli orti non stanno a Quarto Oggiaro lungo la ferrovia, in uno di quei posti che peggio di così non si può fare neanche volendo.
Il progetto prevede tratti di superstrada a cielo aperto sopra Ossuccio, Lenno… la Tremezzina.
Uno scempio inimmaginabile !
Santuario della Madonna del Soccorso

Sopra Lenno ci sono delle colline pedemontane… non semplici colline: quelle che molti ritengono tra le più belle del Mondo intero!

Colline ricche di natura sovrastate da monti meravigliosi e da valli ricche di storia e cultura, colline affacciate sul panorama del Golfo di Venere.
san Benedetto in val Perlana
Sopra Lenno, prima e nella montagna, ci sono delle chiese antiche: mica robetta scarsa, recente e spianabile con gioia:
Sopra Lenno c’è la Basilica dell’Acquafredda, San Benedetto in Val Perlana (foto) e sopratutto il Santuario della Madonna del Soccorso.Ma è proprio li che si vuole far passare un tratto di strada a cielo aperto.
Immaginatevi la devastazione: quella prima, durante il cantiere (che durerà decenni) e quella che seguirà poi, permanente della intera zona!!!Il costo di questa bomba di merda radiottiva (e perciò destinata a puzzare per secoli e secoli) è stimato in 330 Milioni di €uro… cifre che non basteranno certo nemmeno per iniziare…2 Milioni li hanno già spesi per il progetto di una di quelle boiate megagalattiche che solo un Paese di deboli di mente può anche solo immaginare!!!

BISOGNA BLOCCARE I LAVORI MOLTO PRIMA CHE POSSANO INIZIARE.

SENZA SE E SENZA MA !!!
Attenzione: sul fare questa superstrada a cielo aperto sono già tutti d’accordo (PD PDL Lega) e hanno scatenato le truppe cammellate della loro stampa asservita e acefala:
Asservita perché scrive sempre e solo quello che piace al signor padrone.
Acefala perché incapace di propria volontà di giudizio…
La stessa stampa che aveva bollato come “Unni” coloro che proponevano di abbattere alcune case vecchie (attenzione non antiche, vecchie!) e disabitate da anni per allargare i tratti critici, adesso è entusiasta di promuovere una colata di cemento e catrame immane.
Giudicate voi!

Un “ma” in tutta la questione a dire il vero ci sarebbe: come risolviamo il problema del traffico sulla SS Regina?

Intanto nessuno sa come saranno i veicoli tra vent’anni (tempo ragionevolmente stimato per la realizzazione) e quindi magari si fa uno scempio, si spendono una paccata di denari per poi trovarsi con un mostro orrendo e una devastazione completamente inutile perché è cambiato tutto!!!

La soluzione più logica, quella che lascerebbe inalterato Lario, valli, paesaggio e tutto quanto sta nella sistemazione dei punti critici della SS Regina facendo allargamenti, nel predisporre un vero servizio di trasporti pubblici efficiente per chi abita sul lago e un altrettanto efficiente servizio di trasporto lacustre.

Oltre a qualche regoletta da seguire per tutti, tipo impedire a camion buoni per le Highway americane ma del tutto inadatti a passar di li di imbarcarsi su battelli Ferry Boat per essere scaricati vicino alle autostrade!!!
Per fare un esempio facile, facile: con cosa credete che abbiano trasportato i blocchi di pietra per edificare il Duomo di Como: con dei TIR ?
Nel 1400?! Hanno utilizzato il lago come via d’acqua ovvio! La soluzione più naturale e di buon senso !

Noi come Movimento Cinque Stelle vogliamo risolvere la questione “Regina” proponendo soluzioni di puro buon sensoTutta roba questa che si può fare spendendo molto, ma molto meno delle centinaia di milioni preventivati per la stradona.

Tutta roba che si deve fare per modernizzare il trasporto sul Lario senza fargli spregio e violenza.

Se amate davvero voi stessi, i vostri figli e la vostra terra cercate di attivarvi: non lasciamo che i bastardi imperversino!

Ne parleremo ancora molto (temo).
Intanto meditate e preparatevi.

fulvio

Avvertenza:

le informazioni riguardanti il tracciato a cielo aperto della strada in progetto sono dedotte da quelle pubblicate nei giorni scorsi dai quotidiani locali.
Ci sono state segnalate presunte inesattezze sul percorso che verificheremo senz’altro, ma la sostanza del discorso non cambia.
Quando avremo informazioni più attendibili sul tracciato ve ne daremo notizia ma, ovunque siano previsti ii tratti a cielo aperto avranno comunque un impatto devastante sul territorio che, ripeto è pregiatissimo ed estremamente fragile dal punto di vista ecologico, geologico e paesaggistico.

I commenti sono bloccati.