Una storia di ieri

Cari Amici
Il gioco che vi propongo oggi è un classico “trova le somiglianze”. ma anche “trova le differenze”…
Una storiella di 144 anni fa.
Così…. per distrarsi un poco…

Nel 1860, la città di Como cominciò a riempire parti del porto lungo il lago, non più usato per il traffico lacustre, per costruire Piazza Cavour
Nel 1870, un commerciante milanese chiamato Sebastiano Mondolfo, residente in una villa in Borgovico e presidente della società di navigazione Lariana, offrì alla città 20.000 Lire per dotarsi di una fontana monumentale…
Nel 1872 assunse lo scultore locale Biagio Catella per progettare una fontana.
Il 23 settembre 1872, la fontana fu attivata.

Il risultato estetico finale però fu argomento di dibattito acceso in città.
Alcuni ritenevano che il cigno assomigliasse più ad un’oca.
Le creature del mare in generale furono percepite come linguaggio figurato non consono al lago d’acqua dolce adiacente.
Quelli situati nelle più alte zone della città si dissero preoccupati che le acque necessarie per fare funzionare la fontana, avrebbero richiesto troppa pressione per i loro rifornimenti idrici.
La Comunità si divise fra coloro che gradivano la fontana e coloro che si opponevano alla sua realizzazione…

Alimentata da un piccolo acquedotto proveniente da Monte Olimpino, la fontana svolgeva comunque anche una funzione pratica per la comunità, fornendo l’acqua potabile che a quei tempi non era diffusa in tutte le abitazioni.

A risolvere infine la controversia ci pensarono le acque del lago danneggiando le fondamenta della fontana già nel 1890.

Una crisi dell’economia comunale lasciò la città senza le risorse per la riparazione del basamento e per il funzionamento dei giochi d’acqua… fu così che la fontana fu smantellata e messa in un deposito nel 1891.

Otto anni dopo, nel 1899, un’esposizione celebrativa di VOLTA e del centenario dell’invenzione della PILA appesantirono ulteriormente la situazione finanziaria della città e, nel tentativo d’alleviare il debito locale, il consiglio comunale autorizzò la vendita della fontana per 3.500 Lire (l’equivalente valutato allora di $637).

La comprò nel 1902 il milonario William Rockfeller quello della Fondazione Rockfeller per portarla a New York dove si trova tutt’ora nello zoo del Bronx.

Se non la sapevate questa in sintesi è la storia della fontana di Piazza Cavour… a me è parsa istruttiva e di monito per ciò che stiamo per andare a fare guidati dall’entusiasmo per EXPO dalle parti della Diga Foranea…

E a chi dice che la Storia non si ripete consiglio di prendere in seria considerazione l’idea di mettersi a leggere qualcosa di più sugli ultimi 150 anni di Storia della nostra bella e sciagurata Italia.
Meditateci su un pochino!

About Luca Ceruti (431 Articles)
Ex Consigliere Comunale Comune di Como

I commenti sono bloccati.